Freelance che lavora al computer

7 elementi killer che uccidono la tua motivazione

Qualsiasi sia la tua posizione lavorativa, potresti decidere un giorno di dare una svolta, cambiare pagina. Probabilmente non sei soddisfatto della tua condizione attuale e hai pensato, come fanno, tanti, che la tecnologia possa venirti in soccorso.

Se sei uno che legge abbastanza i blog e i siti di informazione, hai sentito parlare di casi di successo clamorosi e di persone che hanno fatto una montagna di soldi con internet.

“Dopotutto, perché non provarci”, ti chiederai, “se ci sono riusciti loro perché non io? Internet può darmi tutte le risposte”.

Beh, se sei alla ricerca del successo e vuoi dar vita ad un progetto che abbia delle buone possibilità, occorre che tu stia molto attento a tenere molto alta la tua motivazione, perché la strada è piena di ostacoli e potresti incappare in quelli che io considero delle vere e proprie trappole.

Te le presento.

1# Assenza di una visione chiara

Ti faccio un esempio, tratto da uno dei classici internettiani: vuoi fare soldi con internet.

Sono centinaia i siti che promettono di farti diventare Paperon de’ Paperoni in poche settimane, ma prima di buttarsi a capofitto, dovresti chiederti piuttosto se il tuo obiettivo è ben posto.

Cosa vuol dire per te “fare soldi con internet”? Mille, duemila, centomila Euro all’anno? Al mese? Hai un’idea di quelle che sono le tue reali necessità e le risorse per ottenerle?

Ricordati che internet è un mezzo, non la soluzione a tutti i problemi.

 

2# Assenza di prospettiva

Hai fatto una stima di quanto tempo ti occorrerebbe per realizzare il tuo ambizioso progetto?

Ti faccio un esempio: “voglio arrotondare il mio lavoro attuale guadagnando 400 Euro in più al mese e voglio riuscirci entro due anni a partire da oggi, investendo tot soldi nella mia formazione” è molto meglio che dire “voglio fare i soldi con internet”.

Qualsiasi obiettivo deve avere dei precisi requisiti, riassumibili in una formula che molti autori hanno definito S.M.A.R.T. , ovvero:

  • Specifici.
  • Misurabili.
  • Accurati.
  • Realistici.
  •  Tempificati (definiti nel tempo).

 

3# Investire male i propri soldi

Un fattore altamente demotivante è credere di raggiungere risultati concreti acquistando costosi corsi online, libri, e­book, senza un reale piano d’azione.

Navigo in rete da circa quindici anni e continuo a leggere ancora oggi su forum e commenti di blog storie di persone che hanno speso i loro risparmi in corsi inutili e che purtroppo hanno rinunciato al loro sogno nel cassetto perché non hanno ottenuto nulla di ciò che desideravano.

 

4# Pensare di investire poco o nulla

Allo stesso modo, molti commettono l’errore di investire tempo (a iosa) e pochissimi soldi in materiale formativo di scarsa qualità o attingendo all’immensa moltitudine di infoprodotti gratuiti circolanti in rete. Purtroppo l’esito è scontato: un nulla di fatto.

 

5# Non tener conto dei propri limiti

Quando avvii un progetto che per te riveste una grande importanza, dovresti tener conto della sua sostenibilità: passare ore ed ore del giorno e della notte senza una regola e senza importi degli stop, ti farà affondare dopo pochi mesi.

Meglio quindi darsi delle regole molto severe di attività davanti al monitor del tuo PC. Cicli di mezz’ora e sosta di 10 minuti, lavorare preferibilmente la mattina presto piuttosto che la sera tardi, sono buone pratiche che dovresti adottare da subito.

 

6# Farsi travolgere dall’entusiasmo iniziale

Farsi prendere dall’entusiasmo per un nuovo progetto è comprensibile e del tutto normale. La carica emotiva che l’euforia della novità ti dà è molto grande, ma non sufficiente a sostenerti nel lungo periodo.

Per questo potrebbe accadere che dopo alcune settimane, quella che sembrava una eccitante avventura si trasformi in una noiosa routine.

Ti servirà invece essere costante e per ottenere la resistenza necessaria a proseguire, occorrerà una disciplina ferrea e tenere a bada le tue emozioni.

 

7# Non prendere il tuo progetto come un lavoro

Puoi avere l’hobby del modellismo, l’hobby del giardinaggio, ma non puoi pretendere che un progetto di business piccolo o grande sia un passatempo.

Quando ti accorgerai che assorbirà buona parte delle tue energie e del tuo impegno, comincerai a divertirti meno e indovina come finirà?

Penso che tu l’abbia capito. Eccomi giunto alla fine di questa carrellata. Spero di non averti demotivato, a furia di elencarti quelli che a mio avviso sono fattori altamente demotivanti!

Credo invece che se ti terrai alla larga da questi pericolosi killer, se desideri realmente realizzare il tuo sogno o un progetto a te caro, i risultati arriveranno, è inevitabile.

A proposito, hai una storia da raccontare? Magari un progetto importante che hai abbandonato e che vorresti riprendere? Scrivi un commento nel box qui sotto. Servirà a molti lettori, ne sono sicuro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *